Crostata al cacao e nocciole

Crostata al cacao e nocciole
Simil fiesta con farine naturalmente senza glutine (senza mix)

martedì 7 giugno 2016

Merendine paradiso ( con farine naturalmente senza glutine)

Descrizione: Esattamente vent'anni fà in questo periodo scoprivo la celiachia, ecco perchè ho voluto proporre un dolce che mi mancava, per questa specie di "anniversario". Ad alcuni puo' apparire ridicolo, per me no, oggi piu' di ieri, penso sia difficile da parte di tanti, accettarla. Quando l'ho scoperta io, era conosciuta solo dagli esperti, alle persone appariva una specie di "malattia inventata", c'erano pochissimi prodotti, erano terribili, non c'erano ristoranti informati, il prontuario era decisamente piu' ridotto, eppure, allora si riusciva a capire che una semplice dieta ci faceva stare bene, capivamo che c'erano cose peggiori, che nessuno se non noi dovevamo parlare e convincere i ristoratori, le ditte ad adeguarsi. Oggi dopo vent'anni, invece vedo che tanti fanno fatica ad accettare la celiachia, spesso si attribuisce ad altri la responsabilità di sensibilizzare le ditte o i ristoratori, spesso ci si sente "diversi", ma la celiachia è solo una delle tante caratteristiche che ci rende diversi dagli altri, quindi con questa lunga introduzione, vorrei solo far capire ai tanti che magari hanno scoperto da poco e che sono ancora nella fase iniziale e un po' piu' complessa, che bisogna viverla come una caratteristica, non come una malattia, perchè avere una malattia non significa essere malati, vorrei anche far capire che siamo noi i primi a dover sensibilizzare le ditte o i ristoratori, senza aspettarci che lo facciano altri per noi. Adesso, tornando a noi e alla ricetta, come immaginerete, non è una merendina dietetica o ipocalorica. Chi segue il mio blog da un po' avrà sicuramente notato che per la maggior parte delle mie ricette, propongo dolci a basso contenuto di grassi, perchè a mio parere delle volte proprio non servono, ecco diciamo che in questa ricetta sono fondamentali, perchè ho cercato di fare il gusto della famosa merendina, che non so' a voi, ma a me dopo 20 di dieta senza glutine, mancava, anche perchè non c'è un sostituto senza glutine in commercio, uguale a questa. Se seguite passo per passo, vi assicuro che uscirà una merendina identica all'originale. Vi chiederei di non diminuire il burro o la panna, mettiamola così, seguite sempre un'alimentazione sana e bilanciata, ma ogni tanto concedetevi anche una merendina come questa, per lo meno,  questa è la mia filosofia, ora vi lascio alla ricetta. 



Allergeni: latte, uova

Ingredienti per circa 4-5 merendine:
180 gr farina di riso finissima *
20 gr fecola di patate *
150 gr albumi
50 gr tuorli
200 gr zucchero
200 gr burro
1 scorza di limone
zucchero a velo per la decorazione qb *
6 gr lievito per dolci *

Ingredienti per la farcitura:
200 ml panna da montare non zuccherata
200 ml latte condensato *
1 bacca di vaniglia


* Prodotto naturalmente senza glutine ma a rischio per possibili contaminazioni crociate, che quindi per poter essere sicuro, necessita del simbolo o della scritta "senza glutine" o deve essere presente nel prontuario degli alimenti.
( Ho utilizzato la linea Impasto Io)

Procedimento:
Accendete il forno a 170 °, cottura statica.
Iniziate montando gli albumi con 100 gr di zucchero, devono essere ben fermi. 
Poi a parte montate i tuorli con altri 50 gr di zucchero, finchè non diventano chiari e spumosi.
Successivamente montate, sempre con la frusta il burro tagliato a pezzettini, con lo zucchero restante, quindi 50 gr, finchè non diventa una crema.
Adesso, unite l'impasto dei tuorli con quello del burro, mescolando dal basso verso l'alto con una spatola in silicone.
Poi, unite la farina e la fecola setacciate, la scorza di limone, mescolate e aggiungete gli albumi.
Mescolate sempre delicatamente, dal basso verso l'alto con la spatola in silicone, facendo attenzione a non smontarli.
Adesso, versate l'impasto in una teglia piatta, precedentemente inoleata, e cuocete per circa 30 minuti.
Lasciatela raffreddare completamente prima di farcirla.
Per la farcitura, montate la panna, poi aggiungete il latte condensato e i semini di vaniglia, mescolate sempre dal basso verso l'alto con la spatola in silicone, per non smontare la panna, mettetela in freezer per una ventina di minuti per addensarsi.
Quando la torta sarà completamente fredda, tagliatela in rettangoli, della stessa dimensione, poi farcitela di crema al latte.
Cospargete di zucchero a velo.
Lasciatela riposare in frigo per almeno 4-5 ore.







Nessun commento:

Posta un commento

Ciao, fammi sapere se ti è piaciuta la ricetta!