Crostata al cacao e nocciole

Crostata al cacao e nocciole
Simil fiesta con farine naturalmente senza glutine (senza mix)

martedì 29 novembre 2016

Ciambella integrale con agrumi canditi

Descrizione: Questa è una ciambella dal gusto integrale, con agrumi caramellati. Io ho usato un agrume in particolare, della mia terra, La Pompia, ma ovviamente in mancanza di questa, potete utilizzare la scorza dell'arancio e fare lo stesso procedimento. Se non avete molto tempo potete o prendere degli agrumi canditi già pronti, in quel caso li dovete mettere all'interno dell'impasto e non sopra, e sopra la ciambella metterete del miele. Oppure potete fare delle arance caramellate (invece che candite), perchè il tempo di caramelizzazione è decisamente piu' breve. In questo caso, fate tutto il procedimento della ciambella. e sul fondo della teglia dovrete mettere le arance caramellate. Per caramellare le arance dovete semplicemente mettere le arance tagliate a fettine in una pentola, assieme allo zucchero, un pochino di miele e acqua, lasciate cuocere per circa 10 minuti, finchè non si assorbe tutta l'acqua. 

 



Ingredienti per la pompia o per l'arancio candito:
2 pompie grandi o 4 arance
500 ml acqua
500 gr zucchero
160 gr miele + un cucchiaio
 Ingredienti per la ciambella:
La frutta candita tagliata a quadratini
100 gr farina di riso finissima *
50 gr farina di riso integrale finissima *
30 gr farina di grano saraceno bianco *
60 gr di noci
60 gr di ricotta
6 uova
150 gr di zucchero
1 scorza di arancio o mezza di pompia
1/2 bustina di lievito per dolci *
1 bacca di vaniglia
 * Prodotto naturalmente senza glutine ma a rischio per possibili contaminazioni crociate, che quindi per poter essere sicuro, necessita del simbolo o della scritta "senza glutine" o deve essere presente nel prontuario degli alimenti.
Io ho utilizzato la linea  Impasto Io

 Procedimento per l'agrume candito:
 Se volete fare l'arancio candito, dovete sbucciarlo e utilizzare la buccia, se, invece utilizzate la pompia, dovete eliminare la buccia esterna, una parte vi servirà nella ciambella, la restante potete surgelarla e utilizzarla per aromatizzare dolci e salati, poi dovrete estrarre la parte interna, con l'aiuto di un cucchiaino. Poi fate bollire dell'acqua e sbollentate per circa 4 minuti. Poi poggiateli in un panno e fateli asciugare. Nel frattempo preparate una padella alta e mettete 500 ml di acqua con 500 gr di zucchero e un cucchiaio di miele, scaldate qualche minuto, finchè lo zucchero non si sarà sciolto un pochino, poi aggiungete l'agrume. Bisogna lasciar cuocere a fuoco dolce, circa  un ora e mezza girando il frutto almeno ogni 10 minuti. A fine cottura, il frutto risulterà di un colore dorato. Poi aggiungete il miele e lasciate cuocere, sempre a fuoco dolce, ancora per 10 minuti. Poi spegnere e lasciar riposare almeno 2 ore.
Procedimento per la ciambella:
Accendete il forno a 180° cottura ventilata. Tagliate a quadratini la frutta caramellata, lasciando da parte il miele, che vi servirà dopo, e tritate le noci. Preparate già la teglia per  ciambelle, inoleatela e aggiungete sul fondo la frutta caramellata che avete tagliato, senza il miele. Montate le uova con lo zucchero, quando il composto diventerà cremoso, aggiungete le varie farine, un po' di scorza di arancia, i semini della bacca di vaniglia e un cucchiaio del miele utilizzato nella cottura dell'agrume. Aggiungete le farine e le noci tritate grossolanamente, alternatele alla ricotta, e per finire il lievito setacciato, facendo molta attenzione a non smontare le uova, mescolando con una spatola in silicone, dal basso verso l'alto.  Versate poi all'interno della teglia che avevate preparato, e infornate per 40 minuti circa, controllando la cottura con uno stuzzicandenti. Ricordate che i tempi e le temperature possono variare da forno a forno, quindi vi consiglio sempre di controllare la cottura. Appena sarà cotta, levatela dal forno aggiungete un po' di miele che è rimasto dell'agrume candito e lasciatela raffreddare completamente, poi potete servirla.

  


Pupazzo di neve, al latte e mandorle (senza uova)

Descrizione: Ho cercato di creare una ricetta dolce delle feste anche per Leo,  quindi escludendo le uova. Ho utilizzato uno stampo carino in modo da poterlo decorare assieme. E' una ricetta perfetta da fare con i bambini, anche perchè velocissima.






Allergeni: latte, mandorle

Ingredienti per una torta piccola(per uno stampo classico raddoppiare le dosi) :
60 gr farina di riso finissima *
40 gr fecola di patate o amido di mais *
50 gr mandorle 
200 gr zucchero semolato o 160 gr fruttosio
70 gr latte vaccino senza lattosio
40 gr succo di limone
5 gr olio evo
40 gr acqua
2 cucchiaini di lievito per dolci *
1 cucchiaino di yogurt 
decorazioni varie *

* Prodotto naturalmente senza glutine ma a rischio per possibili contaminazioni crociate, che quindi per poter essere sicuro, necessita del simbolo o della scritta "senza glutine" o deve essere presente nel prontuario degli alimenti.
Io ho utilizzato la linea  Impasto Io comprese le decorazioni


Procedimento:
Accendete il forno a 180°.
Iniziate tritando le mandorle, nel frattempo versate in una ciotola il succo di limone,lo yogurt e lo zucchero, mescolate un pochino con una frusta.
Versate poi, l'acqua, il latte e l'olio, mescolate e aggiungete le farine setacciate e le mandorle ridotte in farina, mescolate ancora fino ad ottenere un composto omogeneo.
Infine versate il lievito setacciato e rimescolate bene.
Infornate per circa 30 minuti a 180°.
Il tempo e la temperatura possono variare da forno a forno.


mercoledì 16 novembre 2016

Merendine tiramisu' (con farine naturali senza glutine e grassi aggiunti)

Descrizione: sono delle merendine molto golose ma anche sane. Una base alle mandorle e yogurt, senza burro nè olio e nè altri grassi aggiunti. Ho bagnato la base nel caffè e poi riempite di una crema di yogurt bianco e ricotta.   




Allergeni: latte,uova,mandorle


Ingredienti :
200 gr zucchero
100 gr mandorle (preferibilmente pelate)
100 farina di riso finissima *
20 più amido di mais* ( o fecola di patate) 
1 yogurt bianco (125 gr)
6 uova
6 gr lievito per dolci *

Ingredienti per il ripieno:
170 gr ricotta
170 gr yogurt bianco
100 gr zucchero a velo o  60- 80 gr di miele (a proprio gusto)
50 gr gocce di cioccolato (o cioccolato fondente a pezzetti) *

* Prodotto naturalmente senza glutine ma a rischio per possibili contaminazioni crociate, che quindi per poter essere sicuro, necessita del simbolo o della scritta "senza glutine" o deve essere presente nel prontuario degli alimenti.
Io ho utilizzato la linea  Impasto Io


procedimento:
Accendete il forno a 180°.
Montate gli albumi con 150 gr di zucchero e a parte montate i tuorli con i restanti 50 gr di zucchero.
Tritate le mandorle, riducendole in farina e aggiungetele alla farina di riso,l'amido di mais e il lievito.
Adesso versate le farine ai tuorli montati, alternandole allo yogurt, mescolando delicatamente dal basso verso l'alto con una spatola in silicone, in modo da non smontarli.
Infine versate gli albumi, sempre mescolando delicatamente.
Versate in una teglia ben inoleata, la dose è per la classica teglia del forno.
Cuocete per circa 20 minuti, ricordate che la temperatura e i tempi possono variare da forno a forno.
Poi lasciate raffreddare completamente.
Nel frattempo preparate la crema, semplicemente mescolando con una forchetta la ricotta con lo yogurt, le gocce di cioccolato (o cioccolato a pezzetti) e lo zucchero a velo,
mettete in freezer per 15-20 minuti .
Preparate due tazzine di caffè.
Quando la pasta biscotto si sarà raffreddata, dividetela già in rettangoli, bagnate nel caffè solo un lato, poi poggiate i rettangoli bagnati con il lato bagnato verso su.
Quando avete finito di bagnarli tutti, prendete la crema dal freezer e mettetela tra due rettangoli.
Perchè la crema rimanga ben ferma, potete metterli altri 15  minuti in freezer, ma non è fondamentale

lunedì 14 novembre 2016

Cracker di riso e ceci all'olio d'oliva (vegani e senza lievito, farine naturali senza glutine)

Descrizione: dei cracker semplicissimi e veloci, vegani e senza lievito anche se molto gustosi. Nascono da un'idea di Roberta Sala, una signora che ha pensato di provare a fare dei cracker con lo stesso impasto di un'altra mia ricetta, ed ha avuto un'ottima idea, perchè sono buonissimi.



Allergeni: nessuno

Ingredienti:

Ingredienti per 2 porzioni :
150 gr farina di riso finissima* 
180 gr farina di ceci * 
2 cucchiai olio extravergine d'oliva
140 gr acqua
 sale qb

* Prodotto naturalmente senza glutine ma a rischio per possibili contaminazioni crociate, che quindi per poter essere sicuro, necessita del simbolo o della scritta "senza glutine" o deve essere presente nel prontuario degli alimenti.
(ho utilizzato la linea Impasto Io)

Preparazione:
La preparazione è molto semplice, dovete semplicemente versare le farine in un recipiente ampio, aggiungete l'acqua, l'olio, un pizzico di sale e impastate finchè non otterrete un impasto omogeneo e morbido.
Lasciate riposare 30 minuti.
Terminati i 30 minuti accendete il forno a 200°
Poi stendete la pasta, io l'ho stesa con il tirapasta,dovete creare uno spessore di circa 1-2 millimetri, comunque molto sottili, altrimenti diventano duri,poi  tagliate in rettangoli e fate dei buchini, infine aggiungete un pizzico di sale sopra, e quando il forno avrà raggiunto la temperatura, infornate e cuocete per circa 10-15 minuti.

sabato 12 novembre 2016

Focaccia dolce ( con farine naturalmente senza glutine)

Descrizione: un idea per una colazione e merenda semplice e perfetta per chi preferisce il salato al dolce o per chi vuole ridurre gli zuccheri.




Allergeni: nessuno

Ingredienti:
160 gr farina di riso finissima *
20 gr farina di mais finissima *
20 fr farina di ceci *
30 gr amido di mais *
70 gr amido di tapioca *
2 gr lievito di birra 
1 cucchiaio di latte condensato o di yogurt di soia ( ma non è fondamentale) *
230 gr acqua
4 gr sale
1 cucchiaio di miele  
6 gr gomma di guar *
3 cucchiai d'olio extravergine d'oliva
4 cucchiai di zucchero di canna  (o 2 cucchiai di miele)
* Prodotto naturalmente senza glutine ma a rischio per possibili contaminazioni crociate, che quindi per poter essere sicuro, necessita del simbolo o della scritta "senza glutine" o deve essere presente nel prontuario degli alimenti.

* Prodotto naturalmente senza glutine ma a rischio per possibili contaminazioni crociate, che quindi per poter essere sicuro, necessita del simbolo o della scritta "senza glutine" o deve essere presente nel prontuario degli alimenti.
Io ho utilizzato la linea  Impasto Io

Procedimento:
Preparate un recipiente dove la focaccia possa lievitare ma anche dove a fine lievitazione potete cuocerla, quindi una teglia rettangolare 22 x 10 cm circa, alta almeno 5-7 cm, metteteci della carta da forno. Se volete usare la classica teglia, dovete raddoppiare la dose dell'impasto.
Unite le varie farine, il sale,il guar, (il lievito se usate quello secco), aggiungete poi piano piano, mescolando, possibilmente nella planetaria con il gancio a foglia, l'acqua, il cucchiaio di latte condensato o yogurt di soia, 2 cucchiai d'olio e il miele. 
L'impasto risulterà cremoso, e molto idratato, non dovete aggiungere altra farina, per creare una focaccia così morbida e lievitata serve molta idratazione.
Quindi versate l'impasto nella teglia che avete preparato all'inizio, poi con le mani bagnate (non fredde) appiattitelo bene, poi mettete subito la pellicola intorno alla teglia, lasciatelo a lievitare per 12 ore ad una temperatura di circa 20-23°. 
 A questo punto, prima di levare la pellicola, accendete il forno, cottura statica a 200°.
Create il liquido da mettere sopra la focaccia, mescolando in un recipiente, mezzo bicchiere di acqua,il cucchiaio d'olio rimanente, 2 cucchiai di zucchero di canna o 1 di miele.
Una volta raggiunta la temperatura, levate la pellicola, e infornate, dopo 15-20 minuti, quando la focaccia si sarà un pochino asciugata, aggiungete metà del liquido, poi aggiungetelo piano piano in cottura man mano che si asciuga. 
Lasciate cuocete per circa 40 minuti in totale, a 5 minuti prima di fine cottura, aggiungete gli ultimi 2 cucchiai di zucchero di canna o  il cucchiaio di miele sciolto in un goccio di acqua.
Lasciate raffreddare completamente prima di tagliarla.   

martedì 8 novembre 2016

Amaretti sardi di nonna Grazia ( naturalmente senza glutine e latte)

Descrizione: Dolcetti tipici sardi a base di mandorle, come quasi tutte le ricette tipiche, si possono trovare diverse versione, quasi tutte simili, se non per gli aromi che vengono utilizzati. Questa, è la ricetta che usa mia nonna. 

Allergeni: albume d'uovo, mandorle
Ingredienti:
1 kg mandorle sgusciate
100 gr mandorle amare 
1 kg zucchero semolato
7-8 albumi 
2 cucchiai Ouzo ( o sambuca o anice*)
1 scorza di limone

* Prodotto naturalmente senza glutine ma a rischio per possibili contaminazioni crociate, che quindi per poter essere sicuro, necessita del simbolo o della scritta "senza glutine" o deve essere presente nel prontuario degli alimenti.

Importante : L'ouzo è un distillato a base di anice, quindi è sempre consentito, il liquore all'anice invece è a rischio, quindi dovete cercare nel prontuario quello certificato.
- L'amaretto delle nostre zone, ma in particolare quello di mia nonna, è un amaretto morbido,non croccante, quindi se dovesse risultare croccante, duro, o con qualunque difetto, scrivetemi.  

Procedimento:
Mettete nel mixer lo zucchero e le mandorle,tritate non troppo finemente, devono risultare granulose.
Aggiungete gli albumi, la scorza di limone e l'Ouzo o l'anice, impastate a mani per qualche minuto, all'inizio il composto apparirà troppo friabile, ma dopo qualche minuto, riuscirete a creare un composto piu' omogeneo. 
Lasciate riposare l'impasto avvolto nella pellicola, per circa 3-4 ore.
Preriscaldate il forno a 150°.
Formate delle palline, schiacciate solo la punta, leggermente, e cuocete per circa 25 minuti.
Le cotture, variano sempre da forno a forno, sia per quanto riguarda i tempi che le temperature, ma in casi come questi, quindi cotture basse e lunghe, possono variare molto, quindi il mio consiglio è valutare se dopo 15 minuti, l'amaretto stà cuocendo, altrimenti alzate leggermente il forno.
Una volta cotti, fateli raffreddare completamente prima di assaggiarli, perchè la consistenza quando sono ancora caldi è molto diversa. 

I guelfi, dolcetti tipici sardi alle mandorle (vegani e naturalmente senza glutine)

Descrizione: sono dei dolcetti tipici sardi, estremamente semplici e senza cottura. Non contengono nè latte, nè uova, quindi sono naturalmente vegani e senza glutine. Su internet di trovano diverse ricette, la base è piu' o meno sempre la stessa. Di solito la dose di zucchero è identica a quella di mandorle, quello che di solito varia,in base alla zona o alla ricetta di famiglia, sono gli aromi. Questa è la ricetta che solitamente fà mia nonna, che come aromi usa, l'arancio, il limone e l'anice.      


Ingredienti :
300 gr di mandorle
300 gr di zucchero fine (tipo lo zefiro della Eridania)
1 scorza di arancia non trattata 
1/2 scorza di limone
1/2 bicchierino da liquore di anice * o Ouzo (L'ouzo è un distillato quindi non è a rischio)
1 cucchiaino di acqua fiori d'arancio (se vi và di prepararli vi spiego la procedura) o  succo d'arancio

-Alcune persone invece dell'anice usano il maraschino * oppure il rum,
- L'alcol evapora completamente lasciando solo l'aroma di anice, perchè vengono lasciati asciugare, ma se preferite farlo senza liquore potete sostituirlo con il succo di arancio o mandarino.  

* Prodotto naturalmente senza glutine ma a rischio per possibili contaminazioni crociate, che quindi per poter essere sicuro, necessita del simbolo o della scritta "senza glutine" o deve essere presente nel prontuario degli alimenti.

Procedimento:
Tritate molto finemente le mandorle riducendole in farina, aggiungete lo zucchero fine, la scorza d'arancia , di limone, mescolate bene con una frusta e infine versate il liquore e l'acqua di fiori d'arancio o il succo d'arancio, create delle palline, cospargetele di zucchero, poi mettetele in un recipiente e lasciatele asciugare per qualche ora.
Solitamente, una volta asciutte vengono avvolte in della carta velina alimentare, colorata.





giovedì 3 novembre 2016

Papassinos, dolci sardi di noci e uvetta (in questo caso i fichi secchi invece dell'uvetta), con farine naturali senza glutine

Descrizione: Questa è la ricetta dei papassinos di mia nonna Grazia, ovviamente adattata per il senza glutine. E' una ricetta tipica, quindi come ogni ricetta tipica, io sconsiglio le modifiche. Il risultato seguendo la ricetta alla lettera è esattamente identico ai pappasinos con glutine che si fanno nella mia zona. L'unica modifica che al massimo si puo' apportare è quella di sostituire lo strutto con la margarina, anche se io non ho mai fatto questo tentativo quindi non posso garantire il risultato. Provero' a fare una versione anche senza uova, per gli allergici e per i vegani, se il risultato sarà soddisfacente, troverete la ricetta sul blog prossimamente. Infine rispondo già ad una domanda che probabilmente mi verrà fatta, "si puo' sostituire l'ammoniaca per dolci?" la risposta è no. L'ammoniaca per dolci per quanto non tutti la conoscano, è un agente lievitante, molto usato nei biscotti e nelle crostate, è un semplice sale, che spesso trovate nei classici lieviti pronti con il nome di carbonato d'ammonio, non ha nulla a che vedere con l'ammoniaca che si usa per pulire, anche se l'odore la ricorda. Anche se l'odore è forte, già quando amalgamate tutto, si sente quasi nulla, poi in cottura evapora completamente, era molto utilizzata dalle nostre nonne.  





Allergeni: latte (si puo' usare quello vegetale), uova, noci 

Ingredienti:
150 gr farina di riso finissima *
55 gr amido di mais *
60 gr farina di mais finissima *
200 gr di noci
50 fichi secchi ( o uvetta ) 
60 strutto
2 uova
100 gr  zucchero
2 gr ammoniaca
8 gr lievito per dolci *
1 cucchiaio di latte vaccino (và bene anche vegetale)
Farina di mais finissima per lo spolvero qb *

Per la glassa:
300 gr zucchero a velo
9 cucchiai di Ouzo o Sambuca o liquore di anice
(Ouzo consentito, liquore di anice prodotto a rischio)
Mompariglia qb* (Impasto Io)
Codette di zucchero qb*  (Impasto Io)
Codette di waffer  qb *  (Impasto Io)

* Prodotto naturalmente senza glutine ma a rischio per possibili contaminazioni crociate, che quindi per poter essere sicuro, necessita del simbolo o della scritta "senza glutine" o deve essere presente nel prontuario degli alimenti.
Io ho utilizzato la linea  Impasto Io

Procedimento:
Accendete il forno a 180°.
Tagliate le noci e i fichi grossolanamente, con un coltello.
A parte, unite le varie farine, lo zucchero e aggiungete le uova e lo strutto sciolto, impastate un pochino e aggiungete le noci e i fichi.
Amalgamate bene. Versate l'ammoniaca in un pentolino con un cucchiaio di latte, scaldate finchè non si crea una schiuma, poi aggiungetela all'impasto, infine versate il lievito.
Impastate per qualche minuto, finchè l'ammoniaca e il lievito non sono ben distribuiti in tutto l'impasto.
    Creare un rotolo del diametro di circa 5 centimetri, schiacciarlo e tagliate in obbliquo in modo da creare dei rombi, potete trovare qui il VIDEO ,poi poggiateli nella teglia, e cuocete per circa 15-20 minuti.
Quando saranno completamente freddi potete preparare la glassa.
Versate lo zucchero a velo, i cucchiai di liquore e mescolate con un cucchiaino.
Cospargete la glassa sul pappassino e versate sopra le decorazioni, poi lasciate asciugare la glassa, per circa un oretta.
Possono essere conservati come gli originali, quindi in un cesto con un canovaccio sopra.